Archivio per Dicembre 2008

 

Deposito dei Segni presenta…

LA LINEA DI PACE:

 

Sabra e Shatila Oltre l’ultimo Cielo

 

lalineadipace_60anninackba


edizione 2008


60° anniversario della Nackba

 

 

La quinta edizione  del progetto interculturale internazionale  “LA LINEA DI PACE: Sabra e Shatila Oltre l’Ultimo Cielo”, attività didattiche e formative, sui  diritti umani,  sulla pace e sulla questione dei profughi palestinesi in Libano e sulla questione Palestinese-Israeliana, ha come tema centrale la salvaguardia dei diritti umani, nel 60° anniversario della Nackba e della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

 

Nelle scuole superiori delle Province di Pescara e Teramo e presso il Dottorato in “Epistemologia dell’informatica e mutamenti sociali”, Dipartimento di Scienze della Comunicazione dell’Università degli Studi di Teramo, durante tra dicembre e gennaio è in proiezione il film-documentario “FRONTIERS OF DREAMS AND FEARS”, di Mai Masri.


Sinossi: Il film segue due giovani ragazze palestinesi nel corso di alcuni mesi della loro vita: Mona dal campo profughi di Shatila a Beirut, Libano e Manar, dal campo di Dheisha a Betlemme, Palestina. Vivendo in due campi diversi – l’uno segnato dalle condizioni di estrema marginalizzazione, l’altro dall’oppressione economica e militare israeliana – le due ragazze cercano di comunicare l’una con l’altra a dispetto delle barriere che le separano. Il film descrive la loro vita e i loro sogni, attraverso le loro relazioni condotte via e-mail e culminate nel loro drammatico incontro sul confine libano-israeliano. Il film, girato nell’intervallo di tempo tra la liberazione del Sud del Libano dalla truppe israeliane e l’inizio della nuova intifada, accompagna le due ragazze nel loro straordinario viaggio ai confini dell’esilio che le separa dalla loro terra e l’una dall’altra.


Il film ha vinto: il Primo Premio della Giuria – sez. Documentari, nel 9° Festival Internazionale Cinema delle Donne di Torino, 2002;Premio Excellence al Global Environmental Film Festival di Tokyo; Primo Premio al Festival Internazionale di Ismailia; Premio Speciale della Giuria al Beirut International Film Festival; Migliore film arabo per l’Associazione dei Critici Cinematografici Egiziani; Migliore documentario per l’Associazione dei Documentaristi Egiziani; 2001.
MAI MASRI, regista, figlia di un palestinese di Nablus e di un’americana del Texas, porta addosso da sempre questo suo duplice senso di identità e di straniamento. La sua famiglia era a Beirut quando nel 1967 l’esercito israeliano occupò Gaza e West Bank, e, a lei come ad altre migliaia di palestinesi fu impedito di tornare in Palestina. Laureatasi alla San Francisco University, dirige e produce film. Con il regista Jean Chamoun ha fondato le case di produzione MTC e Nour Productions.

Il programma propone un duplice appuntamento tra le città di Teramo e Chieti nella giornata del 15 dicembre:

- Incontri all’università:
lunedì 15 dicembre ore 9,00/13,00 

TERAMO: Sala Conferenza Università degli Studi  Coste S. Agostino - Colle Parco


- proiezione del film documentario: “PROMISES” regia Justine Arlin; Carlos Bolado;  B. Z. Goldberg.
- Incontro-dibattito con DON NANDINO CAPOVILLA e  ELISABETTA TUSSET di Pax Cristi


Sinossi di Promises:  Sette bambini, sette vite diverse a Gerusalemme tra il 1995 ed il 1998. Storie drammatiche, emozionanti, raccontate senza alcun timore: il ritratto di una generazione che testimonia quanto sia diventato profondo il problema medio-orientale. Pur abitando a poche decine di chilometri l’uno dall’altro, i bambini di Promesse appartengono a mondi completamente diversi, e la loro visione del mondo è quella che gli adulti e le circostanze in cui vivono hanno mostrato loro.

- Incontri con la cittadinanza
lunedì 15 dicembre ore: 17;30   

CHIETI - Mate Infoshop, Via Spaventa, 24
“60° anniversario della Nackba: testimonianze, racconti e documenti”:

incontro con DON NANDINO CAPOVILLA ed ELISABETTA TUSSET di Pax Cristi.  


DON NANDINO CAPOVILLA, parroco nell’isola di Murano, referente nazionale della campagna “Ponti non Muri”, promossa da Pax Cristi International. È responsabile delle azioni in Israele e Palestina per Pax Christi Italia.  ELISABETTA TUSSET, laureata in lettere moderne e autrice del romanzo breve “ Chiuditi, cerchio” (Napoli 2002) Don Nandino e Elisabetta Tusset sono autori del libro “Aquiloni preventivi (Napoli 2003). Hanno pubblicato insieme per le Edizioni Paoline i libri: “Nei sandali degli Ultimi”, “ In terra Santa con Etty Hillesum”, 2005, e “Bocche Scucite”, 2007. Don Nandino, inoltre, ha curato il libro “ Voce che grida dal deserto” di Mons. Michel Sabbah (2008)

LA LINEA DI PACE è promossa dalle Province di Pescara e Teramo e dai Comuni di Pescara e Spoltore. È patrocinata dalle Presidenze della Giunta e del Consiglio Regionali, dall’Università degli Studi di Teramo (Facoltà di Scienze Politiche), dall’Università “Gabriele d’Annunzio” Pescara-Chieti (Facoltà di Scienze Sociali e Facoltà di Lingue e Letterature Straniere), dai Comuni di Nereto e Giulianova, da Aiccre Abruzzo, dalla CGIL Regionale, dalle Camere del Lavoro Territoriale di Pescara e Teramo, da Mate Infoshop Chieti. Il progetto e l’organizzazione sono a cura dell’associazione culturale Deposito Dei Segni.  

 

Comments Nessun Commento »